Domotica: Senza fili in casa

Domotica: Senza fili in casa

Gli elettrodomestici wireless

Sono molti i piccoli elettrodomestici senza fili che usi comunemente in casa, magari senza nemmeno rendertene conto: aspirabriciole, grattugia per il formaggio, frullini per fare il cappuccino, insomma in casa si è sempre di più aiutati da piccoli attrezzi non di alta tecnologi magari ma certamente utili e soprattutto senza fili che corrono per casa, e ostacolano i movimenti.

Questi piccoli attrezzi sono stati affiancati nel tempo da altri più importanti come le scope elettriche che avevano sempre il problema del cavo elettrico che limitava i movimenti, che ti costringeva a staccare la spina e riattaccarla in un’altra presa per non parlare di quando dovevi spazzare una scala, il cavo era davvero un tormento e rendeva inutilizzabile tale elettrodomestico nella necessità di utilizzarla all’esterno dove la presa elettrica non è disponibile.

Oggi in tante case l’evoluzione della tecnologia relativa alle batterie consente l’utilizzo, ad esempio, dei minirobot aspirapolvere, anche equipaggiati con tecnologia abbastanza evoluta, che impara a conoscere la casa, memorizzare gli spostamenti da fare, calcolare i percorsi in modo da sprecare meno energia con il massimo del risultato ma anche molti altri elettrodomestici si sono affrancati dal vincolo del filo, ferri da stiro, lavavetri asciugagoccia e anche gli attrezzi per il fai da te, cacciaviti elettrici, trapani senza filo eccetera, tutto per rendere più facile la tua vita e consentire l’utilizzo anche in condizioni che un tempo erano impossibili, laddove l’energia elettrica della rete non è disponibile.

Come scegliere un elettrodomestico senza filo

Quando scegli un elettrodomestico Wireless, senza filo, la cosa fondamentale da considerare è la sua autonomia che, in qualche modo, è anche legata al tipo di batteria con il quale tale elettrodomestico è equipaggiato.

In tempo le batterie erano costruite con il sistema al Nickel-Cadmio che ha aumentato enormemente l’autonomia rispetto alle vecchie batteria zinco-carbone, una rivoluzione ma poi è arrivata l’era delle batterie agli ioni di litio, una tecnologia che ha permesso di aumentare la potenza in dimensioni ridotte e anche l’autonomia delle batterie stesse.

L’ultima generazione di batterie vede l’utilizzo di polimeri di Litio, un sistema che ha consentito un’ulteriore riduzione delle dimensioni e soprattutto la costruzione di batterie con forme diverse che si adattano meglio agli spazi disponibili permettendo nuove soluzioni costruttive.

Certo la tecnologia anche di semplici elettrodomestici ha segnato dei progressi ma nei modelli senza filo la batteria rappresenta sempre il cuore, ciò che lo fa funzionare, quindi nemmeno la più alta tecnologia è efficace se non è supportata da un’ottima batteria.

Per questo motivo la scelta dell’elettrodomestico deve partire dalla valutazione della batteria: scegli l’elettrodomestico con la batteria almeno agli ioni di litio e con la maggiore potenza possibile, facendo un confronto tra più modelli di diverse marche.

Da valutare anche le caratteristiche del sistema di ricarica che deve permettere la ricarica della batteria nel minor tempo possibile: un conto è ricaricare rapidamente la batteria ed avere l’elettrodomestico nuovamente pronto all’uso in 20 minuti o mezz’ora, un altro è dover attendere tre o quattro ore. Rispetto alla potenza, questa incide sull’autonomia ma anche sull’efficienza dell’elettrodomestico.

Una semplice formula elettrotecnica ti permette d avere immediatamente conoscenza della potenza disponibile, basta moltiplicare la tensione, ad esempio 12 Volt, per la corrente della batteria, ad esempio 6000 mA/H che significano 6 Ampere; in questo caso 6×12= 72 Watt; evidentemente una batteria che ha la capacità di generare una corrente più bassa conferisce all’elettrodomestico anche una potenza inferiore e questo può essere rilevante ai fini dell’acquisto in relazione all’uso cui l’elettrodomestico stesso è dedicato.

Dopo aver considerato i dati tecnici, però, considera anche il design in quanto spesso gli elettrodomestici sono a vista e l’estetica ha anche il suo ruolo.

admin

Lascia un commento