Pompe di calore, ecco come unire climatizzazione e risparmio energetico

Pompe di calore, ecco come unire climatizzazione e risparmio energetico

pompe di calore

Durante la stagione estiva, un po’ tutte le persone che non hanno potuto contare sull’aria condizionata hanno sicuramente patito tantissimo il caldo. Purtroppo, in determinate giornate la colonnina di mercurio ha fatto capolino anche oltre quota 40 gradi centigradi. Ebbene, il problema della climatizzazione di un ambiente domestico potrebbe essere risolto con l’installazione delle pompe di calore.

Al giorno d’oggi, la tecnologia ci offre una serie importante di strumenti e dispositivi che consentono di migliorare il comfort casalingo anche nelle giornate climaticamente più complicate. L’evoluzione hi-tech ha coinvolto anche altri settori, come quello del gioco online ad esempio. Basta dare un’occhiata alle informazioni complete per giocare alle videolottery ed ecco che il divertimento sulle varie piattaforme d’azzardo disponibili online è immediato, grazie anche ad un’esperienza di gioco efficace sotto ogni aspetto.

Pompe di calore: simili ai condizionatori, ma il funzionamento è diverso

Le pompe di calore sono degli strumenti che, sfruttando una particolare tecnologia, sono in grado di garantire una doppia azione, di raffrescamento e di riscaldamento. Non solo, dal momento che hanno la capacità per generare tranquillamente anche l’acqua calda da utilizzare per i sanitari.

Quindi, nel caso in cui siate alla ricerca di una soluzione che possa combinare efficacemente sia la climatizzazione che il risparmio energetico, la pompa di calore è una delle migliori proposte presenti sul mercato. Infatti, vengono utilizzate prima di tutto delle fonti rinnovabili, senza dimenticare come siano proposte tre varianti principali: la pompa con sistema aria-acqua, quella acqua-acqua e quella terra-acqua. La scelta poi dipenderà dalle specifiche necessità e anche dalle condizioni climatiche.

La pompa di calore con un sistema aria-acqua si caratterizza per riuscire a catturare la temperatura dell’aria e a sfruttarla all’interno dell’acqua che fluisce nella struttura casalinga. Questo apparecchio consta di due unità, una interna e l’altra esterna. La peculiarità di questa versione è quella di essere in grado di provvedere all’estrazione del calore dall’aria esterna rispetto alla casa, anche quando le temperature scendono al di sotto dello zero.

Dal punto di vista estetico e strutturale, questa pompa di calore somiglia per molti versi ad un normalissimo condizionatore. Il vantaggio di questa versione aria-acqua è che non costa tanto e l’installazione è molto semplice. I nei, invece, sono rappresentati dal fatto che la resa non è costante e non è la soluzione più efficace quando la stagione invernale è lunga e molto fredda.

La pompa di calore con il sistema acqua-acqua

Un’altra versione di pompa di calore è rappresentata dal sistema acqua-acqua. In questo caso, l’acqua viene impiegata non solo come fonte di calore, come anche come fluido di lavoro nel circuito. L’acqua che può essere utilizzata non è solamente quella della falda, ma va benissimo anche l’acqua di fiume, di lago oppure di mare.

Tra i vantaggi di scegliere questo sistema troviamo certamente quello di garantire una resa costante, in cui le condizioni meteo non incidono, senza dimenticare come si possa anche evitare di usare la normale caldaia a gas. Invece, i punti a sfavore sono rappresentati dai costi e dall’installazione invasiva e dal fatto che non è un sistema adatto a quelle zone in cui non ci sono acque di falda.

Infine, troviamo la pompa di calore con sistema terra-acqua, in cui il calore per il riscaldamento casalingo viene ottenuto direttamente dal terreno. Infatti, viene utilizzata l’energia geotermica. In questo caso, la resa riesce ad essere costante e si adatta ad ogni ambiente, escludendo la necessità di usare la caldaia a gas, ma l’installazione è decisamente costosa e invasiva.

admin

Lascia un commento