Arredamento anni Ottanta: ecco i migliori consigli da seguire

Arredamento anni Ottanta: ecco i migliori consigli da seguire

Arredamento anni Ottanta

Al giorno d’oggi, sembra strano, ma è dalla televisione che si ottengono i più interessanti suggerimenti per arredare la propria abitazione. Infatti, le serie tv sono al centro dell’ispirazione per quanto riguarda l’arredamento e la moda. In modo particolare, è stato il grande successo della serie tv Stranger Things a riproporre con forza l’arredamento anni Ottanta, che sta tornando di moda.

È vero che, nel momento in cui si sceglie di rinnovare i propri arredi, un aiuto molto importante può essere garantito da specifiche applicazioni che consentono di sfruttare a fondo la propria fantasia e immaginare come potrebbe essere rivoluzionato il proprio spazio quotidiano. Ebbene, ormai le app vengono usate davvero in ogni situazione, come ad esempio per puntare d’azzardo online: sul web è facilissimo trovare un elenco aggiornato con tutti i casino online, in modo tale da scegliere la piattaforma su cui cominciare a giocare e scommettere.

Arredamento anni Ottanta: occhio a non commettere dei facili errori

Esistono delle epoche che molto difficilmente possono passare di moda. Proviamo a pensare per un attimo alle tendenze vintage piuttosto che allo stile degli anni Venti. Tante altre volte, però, alcune mode sono riuscite a riaffermarsi al grande pubblico “per colpa” di qualche pellicola particolare o serie tv.

E la conferma arriva anche dal settore dell’arredamento, dove lo stile anni Ottanta è tornato di prepotenza sulla scena. Tutto merito del grande successo che è stato ottenuto da parte della ben nota serie tv Strange Things, che viene ambientata esattamente in quello specifico decennio. Ebbene, una casa che viene arredata seguendo quello stile, però, riesce ad avere ancora un impatto fantasioso e innovativo, ma fare qualche errore è davvero semplice.

Ecco, allora, alcuni utili consigli per capire come arredare alla perfezione una casa seguendo lo stile degli anni Ottanta, senza però cadere negli eccessi e fare delle brutte figure. Il primo passo è quello di combinare alla perfezione i vari materiali, come ad esempio il metallo, il vetro e il legno in una sola abitazione.

Riuscire a trovare l’accostamento corretto è il primo passo verso il successo. Il segreto sta tutto nel riuscire a individuare i materiali opachi giusti per il proprio parquet, quelli lucidi da sfruttare per i divani in pelle o con le sedie in plexiglas. Non solo, dato che il vetro si può utilizzare di frequente, visto che consente di creare degli ottimi giochi di luce, magari in combinazione con metallo o marmo.

Ok agli eccessi, ma senza esagerare

Quindi, sia le pareti divisorie in plexiglass satinato che i paraventi semitrasparenti riescono a diventare un’ottima soluzione per creare un arredamento elegante e raffinato, in cui verrà messa in risalto la luce naturale. Va bene che gli anni Ottanta rappresentano il decennio in cui eccedere era possibile ogni giorno, però occhio a non esagerare con i vasi di grossa dimensione, i quadri colorati e le console rigorosamente realizzate in plastica.

Uno dei punti di forza dello stile anni Ottanta per gli arredi è certamente rappresentato dall’uso dei colori. Una delle tinte che non possono proprio mancare è sicuramente il color black. Ebbene, il segreto per sfruttarlo senza commettere degli errori è quello di avvicinarlo a dei colori primari, così come a delle nuance particolarmente accese, cercando di creare degli ottimi contrasti. Ovviamente, il tutto deve avvenire scegliendo spesso e volentieri le forme geometriche, che non possono assolutamente mancare tra pareti e pavimenti.

admin

Lascia un commento